Orazio Barbato

In un epoca in cui gradualmente stiamo perdendo il valore ed il fascino dei sogni,credo sia un privilegio di pochi potersi concedere il lusso di chiudere gli occhi per qualche istante e viaggiare con la mente verso mete inesplorate”.

Orazio “Natsu” Barbato, nasce poco più di un quarto di secolo fa,lontano dal caos e lo stress della città,nonostante i natali così lontani dalle grandi comunità,viene trapiantato fin da subito in uno dei capoluoghi campani.

L’amore per la musica è innato,ma la voglia di imparare a suonarla non scocca,per cantarla,beh è un dono che non ha avuto il piacere di ricevere,quindi si limita ad ascoltarla,e la musica è dipendenza,più ne ascolti più hai bisogno,così senza accorgersene si ritrova ad avere un bagaglio molto vasto.
Col passare degli anni,scopre una forte propensione votata alle parole ed al parlare,si ritrova catapultato improvvisamente nel mondo dell’animazione turistica,e a quel punto toglierli parole e microfono sarà praticamente impossibile,dopo aver fatto la trottola per qualche anno on giro per il sud Italia si ferma,e comincia a riflettere su quanto possa essere bello poter mettere a disposizione la propria voce,i propri argomenti a favore di uno dei suoi più grandi amori:la musica appunto.

Abbraccia varie esperienze radiofoniche locali,per poi trovarsi finalmente in un progetto bello, ambizioso e serio come RADIO KEMONIA, uno di quei treni che passano raramente nella vita e vale la pena di prenderlo tutto d’un fiato, grazie alla determinazione del Direttore Rocca e a una infinità di aiuti preziosi, questo progetto va avanti e la crescita umana e professionale salirà a ritmi sempre più elevati.